Pearà e carrello dei bolliti

La pearà con il lesso che noi veronesi conosciamo bene e che spesso associamo ai pranzi della domenica in famiglia o al Natale ha in realtà origini sconosciute. Di sicuro sappiamo che la pearà con il lesso erano l’alimento principale delle famiglie povere. Nella seconda metà dell’Ottocento, per l’impoverimento generalizzato del Veneto in seguito all’unità d’Italia, il bollito e la pearà, vennero introdotti nei menù dei nobili, sdoganando così l’immagine e la diffusione del piatto.

La leggenda narra che ad inventare la pearà fu il cuoco del re longobardo Alboino. Re Alboino uccise in battaglia re Cunimondo e ne sposò la figlia Rosamunda. Dal cranio dell’avversario re Alboino ricavò un calice che offrì alla sua sposa. Per la disperazione Rosamunda si lasciò quasi morire di fame, ma il cuoco di corte, mosso a compassione, volle inventare una salsa nutriente e saporita per ridarle forza.

Quale che sia la vera origine della pearà per noi rappresenta un piatto immancabile della cucina, ricco di gusto e dal potere evocativo di piacevoli ricordi dell’infanzia, del calore dei pranzi della domenica in famiglia.

Presso il nostro Ristorante proponiamo ogni fine settimana, dal venerdì alla domenica, la pearà abbinata al carrello dei bolliti.

Annunci
Categorie: Eventi, Menù, Territorio | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Facci sapere la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: